Steve HogarthNews 

STEVE HOGARTH dei Marillion: H Strangely Natural per unica data italiana all’Auditorium

Steve Hogarth arriva in Italia con H Strangely Natural, per presentare i brani dei suoi Marillion in un’unica data italiana, in cui non mancheranno le esecuzioni anche di lavori solisti e classici sparsi.
Sul palco, assieme a lui e al suo pianoforte,  saliranno anche Le Rane Strane, eccellente band prog capitolina, che accompagnerà Hogarth in alcuni momenti del concerto.

Hogarth afferma:

Penso che quello di Roma sarà un concerto speciale: proverò a suonare le mie canzoni in maniera diversa.

Nel suo DNA musicale ci sono tante sollecitazioni di pregio, anche piuttosto eterogenee tra loro, simbolo di sensibilità piuttosto allargata. Steve Ricorda gli artisti più importanti nella sua vita:

I Marillion senza dubbio! Come influenze musicali: Beatles, Blue Nile, Beach Boys, Righteous Brothers, Joni Mitchell, Mike Scott, Steve Reich, David Bowie, Donna Summer, Steve Winwood, Peter Gabriel, Massive Attack, Pink Floyd.

Il cantante dei Marillion rimarrà sospeso, tra piano e voce, per raccontarsi in modo unico, affascinante, naturale… Naturale è ciò di cui hai bisogno, naturale è ciò che ottieni. Naturale è ciò che ci vuole. Naturale è ciò che ti colpisce al centro. Cosa succederebbe se un concerto non fosse concepito solo per vendere il nuovo “album dell’anno”, ma fosse tutto incentrato sulla condivisione di esperienze e sensazioni con le persone intorno, il più genuinamente possibile? Provando, semplicemente, ad entrare in contatto. Raccontando aneddoti. Sembra forse un’idea prestata dallo spirito “hippy”, ma è solo naturalmente sincero. Pensando a tutto questo, Steve h Hogarth ha cominciato il suo tour solista nel 2006, con l’idea di andarsene in giro, accompagnato da nient’altro che un pianoforte, una valigia zeppa di reminiscenze rock ‘n’ roll, un vasto repertorio di brani pazzeschi che vanno da David Bowie a Leonard Cohen, da Simon and Garfunkel ai Waterboys e molti altri, più il suo personalissimo senso dell’umorismo… dopotutto è inglese!

Per chi vi ha assistito, ogni serata dell’h Natural è stata unica e irresistibile, intima. Non c’è niente di più bello delle cose vere! Racconta Hogarth:

Per tanti anni la gente mi ha chiesto se avessi in mente d’intraprendere un tour completamente da solo. Gli rispondevo che era una buona idea. Da allora, sono stato un po’ impegnato, ma ho trovato un po’ di tempo libero nel 2006 e finalmente ho preso la palla al balzo. Non è uno spettacolo perfettamente provato, rigido e “professionale”. Voglio che sia l’atmosfera generale a dettare i tempi di ciò che accade serata dopo serata. Il progetto è quello di arrivare con una lista di canzoni che hanno avuto, o hanno tuttora un significato nella mia vita e di conseguenza parlerò di cose che avrei voluto dire quando ero più giovane, delle canzoni che ho scritto negli anni con gli Europeans, gli How We Live, la h Band e, ovviamente, i Marillion. Potrei leggere alcuni estratti di vita vissuta on the road dal mio diario. Se sarò nel giusto spirito e se anche voi lo sarete, chiacchiereremo un po’. Se mi verrà fatta una bella domanda, risponderò. Se qualcuno mi chiederà una canzone, la farò, sia che la ricordi o meno. Se l’atmosfera sarà quella giusta, andrò avanti, a volte anche per ore. Quindi vediamo dove tutto questo ci condurrà.

Cenni Biografici

Prima di unirsi ai Marillion, Steve Hogarth è stato tastierista e voce dei The Europeans dal 1981 al 1984, realizzando gli album “Vocabulary, “Europeans Live e “Recurring Dreams.
Dopo un breve successo in Europa e negli USA, Steve lasciò la band con il chitarrista Colin Woore per formare gli How We Live e realizzare nel 1997 l’album Dry Land con la CBS. Più tardi collaborò, nelle vesti di pianista e cantante, con artisti come Julian Cope o The The (Matt Johnson). Nel gennaio del 1989 si unì ai Marillion, autore di testi oltre che nel ruolo di voce solista.
Nel 1997 ha registrato il primo album solista, Ice Cream Genius,  pubblicato con due denominazioni: h in Europa e  Steve Hogarth negli Stati Uniti. Dopo il tour 2002-2003 con la h Band ha pubblicato il doppio album “Live Spirit Live Body“.

Il DVD h Natural, registrato a Sheffield, è uscito nel 2007, mentre l’anno successivo è stata la volta del secondo DVD, Naked in the Chapel, registrato a Londra. Nel 2012 e nel 2013, sempre come h,  in collaborazione con Richard Barbieri (ex Japan e Porcupine Tree), ha pubblicato “Not The Weapon But The Hand  e “Arc Light

H Strangely Natural – An evening with…: dettagli della data

Sabato 12 settembre (unica data italiana)

H Strangely Natural – An evening with…
Special guest: RanestRane

Auditorium Parco della Musica – Sala Petrassi
Viale Pietro De Coubertin, 30, 00196 Roma – ore 21:00
info 06 8024 1281 – 329 3624612 – Listicket
online, nelle prevendite abituali e direttamente all’Auditorium…
platea, 25€ – galleria 20€

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.