Steve Smith - Ross ValoryNews 

Journey: Steve Smith e Ross Valory licenziati e denunciati

Steve Smith e Ross Valory, rispettivamente batterista e bassista dei Journey, secondo quanto dichiarato via comunicato stampa dagli avvocati della band, sarebbero stati licenziati per un tentativo dei due musicisti di prendere il controllo della Nightmare Productions, rimuovendo tramite una votazione pilotata Jonathan Cain e Neal Schon dai vertici di questa entità commerciale legata al gruppo e sostituendoli con loro due. I due sono accusati di avere in questo modo tentato di garantirsi dei diritti sul nome della band e per questo sono stati anche denunciati. L’accusa ha chiesto a Smith e Valory danni per 10 milioni di euro.

I Journey sono stati fondati nel 1973 a San Francisco, California. La band ha avuto molte fasi durante la sua carriera, ma il successo maggiore lo raggiunse dal finire degli anni settanta fino al primo scioglimento nel 1987. Durante questo periodo, raggiunsero piazzamenti di prestigio nelle classifiche statunitensi specie grazie alle loro power ballad o a canzoni quali “Don’t Stop Believin’” del 1981, che successivamente divenne la traccia più venduta del catalogo iTunes con più di 3 milioni di downloads e il brano che ottenne miglior piazzamento in America. In totale la band raggiunse 2 dischi d’oro, 8 multi-platino e un disco di diamante (tra cui 7 dischi multi-platino consecutivi tra il 1978 e il 1987). Ottennero 19 singoli in top 40, 6 dei quali nella classifica Billboard Hot 100. AllMusic ha descritto i Journey come “uno dei gruppi americani più amati (e talvolta odiati) di genere rock/pop commerciale.”
Secondo la Recording Industry Association of America, i Journey hanno venduto 47 milioni di album negli Stati Uniti, divenendo la ventottesima band più venduta nel Paese. Nel mondo hanno invece venduto più di 75 milioni di album. Un sondaggio del 2005 di USA Today li ha nominati la quinta rock band americana nella storia.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.