Taake - Dewfall - Kyterion - Selvans - Enisum - Nattestid - 20TH Anniversary Tour 2018 - PromoNews 

Taake: 4 date live a Novembre 2018

Taake in Italia; Si avvicinano i primi 20anni per “Nattestid“, ed i Taake scelgono di festeggiare l’anniversario organizzando il “Nattestid 20th Anniversary Tour“. L’album di debutto sarà celebrato con un tour, che vedrà i norvegesi protagonisti in Italia a novembre per ben quattro date. Di spalla Dewfall da Bari che presenteranno il materiale dal loro ultimo album ed i bolognesi Kyterion. A Roma protagonisti anche i Selvans, mentre per lo show di Vercelli ci saranno anche gli Enisum.

Taake in Italia: I Dettagli:

Mercoledi07 Novembre: Traffic Club, Roma

Givedi 08 Novembre: Demode’ Club, Bari

Venerdi09 Novembre: Alchemica Music Club, Bologna

Sabato 10 Novembre: Officine Sonore, Vercelli

I Taake (pron. Tóke) sono un gruppo black metal norvegese, formatosi a Bergen nel 1993. Nel 1993 Ørjan Stedjeberg, conosciuto come Ulvhedin Høst (o, con una grafia alternativa, Hoest), forma il primo nucleo della band, col nome di Thule, insieme a Svartulv che al periodo aveva solo dodici anni. I Thule pubblicano due demo: “Der Vinterstormene Raste” nel 1993 e “Omfavnet Av Svarte Vinger” (“Circondato da ali nere”) nel 1994. Dopo l’uscita del demo “Manndaudsvinter” nel 1995, la band cambia il proprio nome da Thule a Taake. Quest’ultimo, che in norvegese significa “nebbia”, è più rappresentativo della band e della zona dove Hoest è nato: le sette montagne di Bergen in Norvegia, zona notoriamente spesso uggiosa. Poco dopo, nel 1996, la band pubblica un EP, “Koldbrann i Jesu Marg“, che avrebbe dovuto essere l’ultimo demo tape registrato dai Taake. Il primo full-lengthNattestid Ser Porten Vid” (“La notte scruta l’ampio cancello”) viene pubblicato dalla Wounded Love Records nel 1999. L’album è scritto interamente da Hoest, con l’aiuto di un turnista, Tundra, per suonare il basso e la batteria. Il disco è registrato tra il 1997 e il 1998, ai Grieghallen Studios. “Nattestid Ser Porten Vid” è il primo capitolo di una trilogia; tutti i testi nel booklet sono scritti in caratteri runici. Le canzoni (sette in tutto, numero che rappresenta le sette montagne di Bergen) sono cantate in norvegese.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.