Tank + Graal + The Raff @ Jailbreak - 01 04 2015Live Report Internazionali 

Tank: to the ’80s and back @ Jailbreak – 01 04 2015

Finalmente, per la prima volta, arriva a Roma una delle band simbolo della N.W.O.B.H.M. (New Wave of British Heavy Metal): loro sono i Tank, o, almeno, quel che resta della formazione originale, e, per l’occasione, sono accompagnati da due gruppi di supporto: i Raff e i Graal.

I primi a salire sul palco sono i The Raff che, purtroppo, in scaletta possono presentare solo 5 brani. Tuttavia, il poco tempo a disposizione basta per esprimere la grinta di sempre. Chris Bianco (voce e basso) e Tony Arcuri (chitarra) suonano benissimo; Fabiano Master Bianco (batteria), neanche a dirlo, è una macchina da guerra: potente e preciso.
I pezzi storici di questa band sembrano non morire mai e ogni volta riportano il pubblico indietro negli anni ’80. Sto parlando di brani come “Rafforce Commando”,  “Dreamer”, “Runnig Like Hell”.
In ultimo, è da evidenziare, ancora una volta, come l’inserimento di Tony nella band, abbia riportato i The Raff ad essere una leggenda del metal italiano e romano.

Dopo di loro salgono sul palco i Graal, supporto ufficiale del tour italiano dei Tank. La band è capitanati da Andrea Ciccomartino, altra istituzione del metal romano. Il loro è un hard rock con influenze prog che caratterizzerà anche il nuovo disco “Chapter IV”, in uscita il 4 maggio.
Anche quella dei Graal è una set list piuttosto breve, pur considerando la lunghezza di alcuni pezzi.
Stasera la band è in ottima forma: Michele Raspanti (basso), Francesco Zagarese (chittarra) e Danilo Petrelli (tastiere), possiedono grande tecnica; Andrea Ciccomartino sfoggia una voce pulita e sa di certo come coinvolgere il pubblico, (nonché mostrare abilità da chitarrista). Segnaliamo inoltre la recente entrata in formazione del batterista Cristiano Ruggiero, in sostituzione di Alex Giuliani.
Alcuni dei brani suonati dalla band sono “Crash of Steel”, “Gods of War”, (grandissimo pezzo), “Silver Wings” e “Keep On movin’”.

Dopo esserci caricati con The Raff e Graal, si passa agli headliner della serata: Tank!
La data fa parte del tour di presentazione di Valley Of Tears, nuovo disco in uscita a giugno del 2015.
Prima di tutto va ricordato che la band ha subito molti cambi di formazione nel tempo, tanto che ad oggi non sono più presenti i membri fondatori; i piu ‘anziani’ del gruppo sono i chitarristi Mick Tucker e Cliff Evans, accompagnati da Zp Thearth, voce ex Dragonforce, il bassista Gerry Verstreken e Bobby Schottkowski, ex Sodom, alla batteria. Il risultato è una formazione praticamente mostruosa.
La scaletta è micidiale e include molti pezzi storici. Si inizia con “This Means War”, capolavoro, per proseguire con “Judgement Day (War Machine)” , “Hold On”, la bellissima e storica “Honour And Blood” e “Eye of the Hurricane”.
Zp alla voce sa interpretare molto bene le canzoni della storica band, (band che secondo me gli si adatta anche più che quella dei Dragonforce). Anche Bobby dietro le pelli sa dire la sua con potenza ed incisività, non a caso è stato membro dei Sodom.  Inutile dire che i membri storici Mike e Cliff, sono perfetti nello svolgere il loro compito sul palco.
Il concerto prosegue, (e purtroppo si va concludendo),  con “War Nation”, “Power of The Hunter” e “Dont’Dream in the Dark”. La serata termina poi con foto e autografi di rito.

Posso sicuramente affermare che anche questo sia stato un concertone, una macchina del tempo che ci ha riportato dritti agli amati anni ’80 con i suoi suoni grezzi, rozzi e, allo stesso tempo, trascinanti.
Ringraziamo ancora una volta gli organizzatori della serata, la ERocks Prod., che hanno reso possibile tutto questo, e il Jailbreak, con la speranza di poter ripetere presto eventi come questo, nel nome dell’heavy metal.

Setlist The Raff:
Rafforce Commando
Dreamer
Running Like Hell
Signal From Hell
Gates Of Fortune

Setlist Graal:
Revenge
Crash Of Steel
Gods Of War
Silver Wings
Pick All The Faults
Keep On Movin´

Set List Tank:

This Means War
Judgement Day
Great Expectations
Run Like Hell
Hold On
Honour and Blood
Don’t Dream In The Dark
Echoes of a Distant Battle
Eye of an Hurricane
T.W.D.A.M.O. (That’s What Dreams Are Made Of)
War Nation
Power Of The Hunter
(He Fell in Love With a) Stormtrooper

Galleria Fotografica a cura di Marco Fiorentini
Per le foto in alta risoluzione: info@romebywild.it

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.