Têtes de BoisNews 

TÊTES DE BOIS – TOUR DI PRESENTAZIONE DEL DISCO “EXTRA”

TÊTES DE BOIS
TOUR  DI PRESENTAZIONE DEL DISCO “EXTRA”
I TÊTES DE BOIS PER LÉO FERRÉ

Sabato 14-15 marzo 2015
Museo Audiovisivo della Resistenza
Via Prate 12, Fosdinovo (MS)

Per la “Rassegna per chi non si rassegna” i Têtes de Bois presenteranno il nuovo album “Extra – Têtes de Bois per Léo Ferré” con una coda domenica 15 marzo con “Carta Bianca” un contenitore di un’intera giornata, in cui il gruppo romano incontrerà tanti pubblici diversi:  dall’incontro con bambini e famiglie dedicato alle favole e all’intercultura, al “pranzo cantato” dedicato a Enzo Del Re e alla canzone di protesta degli anni Settanta (con la presentazione del libro di Timisoara Pinto “Il corpofonista”, edizioni Squilibri) e, per finire nel pomeriggio incontro cicloartistico per gli amanti della bicicletta, in cui ANDREA SATTA, cantante della band, presenta una tappa ciclistica che collegherà il Museo Audiovisivo della Resistenza a Montemaggio nel senese, luogo simbolo della Resistenza.
Ospiti della due giorni Paolo Ciarchi e Marco Rovelli.

 CARTA BIANCA – EXTRA
 con i TÊTES DE BOIS

SABATO 14 MARZO
Ore 22.00
TÊTES DE BOIS
in concerto
Presentazione-concerto dell’album “Extra”
Têtes de bois per Léo Ferré
Andrea Satta (voce), Carlo Amato (basso, contrabbasso e computer),
Angelo Pelini (pianoforte e tastiere), Luca De Carlo (tromba).
Ospite della serata Paolo Ciarchi

Non conosci i Têtes de Bois o vuoi saperne di più?
Leggi la biografia dei TÊTES DE BOIS

Scheda cd EXTRA
Têtes de Bois per Léo Ferré
(Ala Bianca/Warner)

A vent’anni dalla sua morte i versi di Léo navigano tra i pensieri affannati delle nostre vite quotidiane e tutto graffia la pelle di chi è seduto comodamente e invade le anime congelate. Ancora per una volta amore e rivolta.

Extra“, dieci tracce in cui i versi fanno l’amore nella testa di chi legge, sotto lo sguardo del Dio dei graniti che non ha pietà, tra le conchiglie figuranti e le nacchere risuonanti e un coltello che apre la madreperla pura e un pescecane che nuota in libertà provvisoria.
Baudelaire, Verlaine, Rimbaud musicati da Ferré, Ferré musicato da Ferré e Ferré musicato e ri-arrangiato dai Têtes de Bois.

Ospiti di “Extra” sono Vasco Brondi ( Le Luci della Centrale Elettrica), che canta con Andrea Satta un brano cui era già molto legato “Tu non dici mai niente” e, con amore e dolore, Francesco Di Giacomo ne “Il tuo stile”, ghost track del disco, registrata live all’Auditorium Parco della Musica di Roma nel giugno del 2013.

Tutte le nuove traduzioni dei versi di Ferré, Rimbaud, Baudelaire, Varlaine sono state affrontate con Giuseppe Gennari, il professore, cercando di farne canzoni del Duemila e di non tradirne l’umore.
Con Anna D’Elia si è invece lavorato per portare in Italiano “Tango” un testo cui Léo non aveva ancora regalato la musica e con cui i Têtes de Bois si sono cimentati immaginando di poter ripetere quello che lui fece musicando i poeti maledetti.
Ugo Nespolo ha donato il disegno per la copertina, la porta che apre all’inferno e al paradiso.

Sergio Staino, il suggeritore, il gusto, l’abbraccio e la casa prima di partire,  ha contribuito a rendere questo progetto possibile.
La grafica del libretto è stata curata da Unatandemmartalicio (Licio Esposito e Marta Dal Prato).

Il pianoforte utilizzato per le registrazioni del disco è quello di Léo Ferré.

1) Tango (L. Ferré – Têtes de Bois)
2) Il mare e la memoria (L. Ferré)
3) La maliziosa (A.Rimbaud – L. Ferré)
4) Extra (L.Ferré)
5) Se te ne vai (L. Ferré)
6) Ti rivedo ancora (P. Verlaine – L. Ferré)
7) Pattinava…(P. Verlaine – L. Ferré)
8) L’eautontimorumenos (C. Baudelaire – L. Ferré)
9) Tu non dici mai niente (L. Ferré) Feat. Le luci della centrale elettrica
10) Felici come mai (L. Ferré)
11) Il tuo stile (L. Ferré) Feat. Francesco Di Giacomo (live @Auditorium Parco della Musica 9 giugno 2013)

https://it-it.facebook.com/TetesdeboisFan

DOMENICA 15 MARZO
Carta bianca con i Têtes de bois
È un circo senza tenda.
Il giorno dei racconti. I Têtes de Bois sono voce, tromba, basso e pianoforte, scrivono nuove canzoni, arrangiano e traducono quelle degli altri, interpretano, sono una band che sta insieme da oltre vent’anni. Una vita in comune prima di tutto, un milione di chilometri, mille concerti, palchi di ogni genere, luoghi impropri, situazionismo, attenzione  ll’ambiente, invenzioni, versi urlati nelle ferrovie abbandonate, sulle scale mobili, agli svincoli autostradali, sui tram, in periferia, fra i fili spinati, nei ghetti stranieri, nelle terre della mafia e dell’emarginazione, storie nascoste e persone meravigliose conosciute in tempo per raccontare.
I Têtes in questi anni si sono mescolati con la danza contemporanea, l’action painting, la cultura dei murales, l’arte di strada, l’arte circense, il teatro di parola, sono appassionati di urbanistica e da sempre pronti ad abbracciare ogni lotta ambientalista. Sono inventori del Palco a Pedali e primi sperimentatori del Palco Fotovoltaico.
I Têtes sono stati spesso definiti “la band interstiziale”. Carta Bianca Extra parte da alcune esperienze che integrano l’arte alla politica, il lavoro alla produzione dal basso e al diritto alla città, tutto in una sola giornata, libri, incontri, ciclofficine, film, concerto.

PROGRAMMA

Ore 10.30
Ci sarà una volta. Incontro per bambine/i e genitori sulle favole Le favole sono tratte dal libro di Andrea Satta “Ci sarà una volta”, in cui si racconta un esperimento che da cinque anni si tiene in un ambulatorio pediatrico di base, quello di Andrea, dove mamme e papà, stranieri e italiani, raccontano la favola con cui si addormentavano da piccoli

Ore 12.30
Enzo del Re, il Corpofonista
Pranzo popolare con canzoni ed estemporanee estratte dal libro diTimisoara Pinto “Lavorare con lentezza, Enzo Del Re, il Corpofonista”, un’avvincente narrazione dedicata alla lotta politica degli anni della contestazione e alla vita artistica di uno straordinario misconosciuto musicista, Del Re.
Ospiti Paolo Ciarchi e Marco Rovelli

Ore 15.00
Assemblea cicloartistica
Andrea Satta presenta una tappa ciclistica da Fosdinovo a Montemaggio, dedicata alla Resistenza, da farsi a giugno 2015. Sono invitate/i tutte/i le/ ciclisti resistenti

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.