Arch - Matheos - Winter Ethereal - Album CoverNews 

Arch/Matheos: il nuovo video “Tethered”

Tethered” è il nuovo videoclip ufficiale dei Arch/Matheos disponibile online. Il brano si trova in “Winter Ethereal“, il loro prossimo album succesore di “Symphatetic Resonance” che uscirà il 10 maggio attraverso il rinnovato rapporto con la Metal Blade Records, che li ha messi sotto contratto e che ha dato alla luce anche i primi 3 album dei Fates Warning.

Guarda qui il video di “Tethered

Previsti molti ospiti: Thomas Lang, Bobby Jarzombek, Baard Kolstad, Mark Zonder, Matt Lynch, Steve Di Giorgio, Joey Vera, Sean Malone, Joe DiBiase, Frank Aresti e qualcuno ancora lasciato “segreto”. Dietro il banco del mixer Jens Bogren (Fates Warning, Opeth, Devin Townsend e molti altri nel suo curriculum).

Questa è la tracklist di “Winter Ethereal”:

01. Vermilion Moons
02. Wanderlust
03. Solitary Man
04. Wrath of the Universe
05. Tethered
06. Straight and Narrow
07. Pitch Black Prism
08. Never in Your Hands
09. Kindred Spirits

Gli Arch/Matheos sono un gruppo nato nel 2010 dalla collaborazione tra il chitarrista e leader dei Fates Warning, Jim Matheos (all’epoca anche membro degli OSI), e l’ex-cantante dei Fates Warning, John Arch. Completano la formazione altri componenti dei Fates Warning: Joey Vera (membro anche degli Armored Saint) al basso, Bobby Jarzombek (membro anche – all’epoca – di Riot, Halford, Sebastian Bach) alla batteria, Frank Aresti come chitarrista solista aggiuntivo. L’idea di dar vita ad una nuova band, vero e proprio progetto parallelo dei Fates Warning con il vecchio cantante, è scaturita dal tentativo, da parte di Matheos, di dar vita ad un nuovo album in studio del gruppo. Tuttavia, sia per l’impegno di Ray Alder con i Redemption, sia soprattutto per la direzione musicale delle canzoni, Jim decise di contattare di nuovo Arch, sette anni dopo aver collaborato insieme al suo disco solista, per portare a termine l’album. Nel 2011 è uscito il disco di debutto “Sympathetic Resonance“, ad opera della Metal Blade Records, costituito di 6 canzoni per la durata complessiva di circa 55 minuti.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.