Paradise Lost - The Anatomy Of Melancholy - Album CoverNews 

Paradise Lost: la ristampa dell’album “The Anatomy Of Melancholy” in uscita il 9 Luglio 2021

The Anatomy Of Melancholy” è il vecchio live album dei Paradise Lost uscito originariamente nel 2008. L’etichetta Alone Records / The Stone Circle ne ha annunciato la ristampa in una nuova edizione doppio vinile, per il prossimo 9 luglio.

I Paradise Lost sono indicati come precursori del sottogenere death doom metal. Il loro nome deriva dal poema di John Milton del 1667 dal titolo omonimo. Il sito IGN.com li ha inclusi nella Top 10 dei migliori gruppi nel genere doom metal. Sono conosciuti per essere stati, assieme a My Dying Bride e Anathema, i precursori del death doom metal e doom metal moderno. Nel corso degli anni, la band ha pubblicato lavori più inclini al gothic rock e synthpop, in particolare nel periodo compreso tra “One Second” (1997) e “Symbol of Life” (2002). Nonostante le critiche dei sostenitori tradizionalisti, quest’approccio audace gli ha garantito un buon successo di pubblico ed ha cementato la lealtà con gli amanti del progressive. La mutazione stilistica ha portato anche dei cambiamenti riguardo alle linee vocali: ad esempio il cantante Nick Holmes ha usato una voce death all’esordio (“Lost Paradise“); in “Draconian Times“, la sua voce aveva un tono più pulito e simile a quella di James Hetfield dei Metallica; nei dischi “One Second” e “Host” il timbro è esclusivamente pulito e melodico; in Paradise Lost ha usato una voce calda, vicina ai classici canoni del gothic metal; nei lavori più recenti la voce è spesso cantata in growl di stampo death doom dei primi album.
Il cantante Nick Holmes ed il chitarrista Gregor Mackintosh sono i principali compositori del gruppo.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.