Whitesnake - The Blues Album - Album CoverNews 

Whitesnake: la nuova raccolta “The Blues Album” in uscita il 19 Febbraio 2021

The Blues Album” è la nuova raccolta dei Whitesnake in uscita il prossimo 19 febbraio. La release fa parte della loro trilogia iniziata lo scorso anno e denominata “Red, White And Blues Trilogy” attraverso la quale hanno pubblicato delle raccolte dei loro brani strutturate a livello tematico (“Love Songs” per le canzoni d’amore, “The Rock Album” per le tracce più rock), giungono alla ultima e terza parte di questa trilogia con “The Blues Album” che conterrà le migliori canzoni rock-blues della band inglese. In “The Blues Album“, ci saranno brani tratti sia da sei album pubblicati tra il 1984 e il 2011 più altri estrapolati dall’album solista di CoverdaleInto The Light” e sarà disponibile in vari formati tra cui digitale, CD, 2LP 180 grammi di colore blu. Come per le precedenti release della trilogia anche in questo caso tutti i brani sono stati rivisitati, remixati e rimasterizzati.

Questa è la tracklist di “The Blues Album”:

CD track listing:

Steal Your Heart Away
Good To Be Bad
Give Me All Your Love
Take Me Back Again
Slow An’ Easy
Too Many Tears
Lay Down Your Love
The River Song
Whipping Boy Blues
If You Want Me
A Fool In Love
Woman Trouble Blues
Looking For Love
Crying In The Rain
LP track listing:

Side One

01. Steal Your Heart Away
02. Good To Be Bad
03. Give Me All Your Love
04. Take Me Back Again

Side Two

01. Slow An’ Easy
02. Too Many Tears
03. Lay Down Your Love

Side Three

01. The River Song
02. Whipping Boy Blues
03. If You Want Me
04. A Fool In Love

Side Four

01. Woman Trouble Blues
02. Looking For Love
03. Crying In The Rain

I Whitesnake furono fondati nel 1978 a Londra, Regno Unito. Furono il progetto di David Coverdale allo scopo di creare un sound originale nel panorama del rock e nel contempo di realizzare appieno le idee musicali del carismatico e dotato cantante ex Deep Purple, vero ed unico filo conduttore di tutte le intuizioni e composizioni, con una band di eccellenza alle sue dipendenze, reclutata da lui stesso di volta in volta. Coverdale richiamò a sé in varie fasi dell’origine e fondazione dei Whitesnake diversi membri dei Deep Purple, fatta eccezione per il suo antagonista Ritchie Blackmore. Persuasi dal suo ambizioso progetto gli ex Purple e numerosi altri strumentisti di prim’ordine si adattarono al ruolo di comprimari dietro alla verve compositiva e di front-man di Coverdale. Tra il 1978 e il 1982 vi troviamo Jon Lord e Ian Paice (ex Deep Purple) e Cozy Powell (ex Rainbow). Anche Glenn Hughes, bassista e cantante insieme a Coverdale nei Deep Purple, apparirà sull’album “Slip of the Tongue” nei cori. Tre sono i brani dei Whitesnake del primo periodo che verranno modificati e riproposti in chiave decisamente heavy alla fine degli anni ’80 con nuovi innesti nella formazione. Si tratta di “Here I Go Again” e “Crying in the Rain” dall’album “Saints and Sinners” riproposte in “1987” e “Fool for Your Loving” da “Ready an’ Willing” riproposta in “Slip of the Tongue“.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.