Rotting Christ - The Call - EP CoverNews 

Rotting Christ: il nuovo EP “The Call” in uscita il 9 Febbraio 2018

The Call” è il nuovo EP della band Rotting Christ in uscita i 9 Febbraio prossimo per Peaceville Records. La nuova release, che celebra i trent’anni di carriera dei veterani greci del black metal, contiene oltre alla title track anche “The Sign Of Evil Existencefeaturing Nergal (Behemoth) e Necroabyssus (Varathron) come guest. “The Call” anticipa il box deluxe con 5 Cd “Under Our Black Cult” con un libro scritto dall’autore di “The Cult Never Dies“, Dayal Patterson, sulla storia della band dalle origini grindcore a oggi, con interviste ai membri e ad altre personalità del black metal mondiale e della scena underground. Il box contiene cinque Cd audio con i primi lavori inclusi demo, rarità, EP, album e materiale live.I Rotting Christ saranno in tour tra gennaio e febbraio e toccheranno l’italia con un unica data al Circolo Colony di Brescia il 13 Febbraio.

I Rotting Christ sono un gruppo black metal formatosi ad Atene (Grecia), nel 1987. Sono conosciuti per aver contribuito notevolmente allo sviluppo del genere, e anche perché sono tra le poche band famose provenienti dalla loro zona. I Rotting Christ cominciano ad avere una certa popolarità nel 1993, anno nel quale la band partecipò ad un tour molto prestigioso insieme a Immortal e Blasphemy. Le prime uscite ufficiali del periodo infatti, l’EP “Passage to Arcturo” e l’album di debutto “Thy Mighty Contract“, sono da considerare dei punti di riferimento assoluti nel panorama del black metal mediterraneo, che si discosta da quello scandinavo per una maggior attenzione verso la melodia e per le atmosfere assai meno fredde di quelle dei colleghi norvegesi. Il successo proseguì con “Non Serviam“, nel 1994, la cui title track è divenuta uno dei più grandi classici della band, immancabile in ogni performance. Nel 2006, dopo dieci anni di partecipazione con la Century sono passati alla Season of Mist. Nel febbraio 2007 è uscito il nono album intitolato “Theogonia“, il primo con la nuova etichetta. Rispetto ai dischi precedenti l’album presenta una vena epica mai vista prima nella band greca, e rielabora il black metal degli esordi con influenze death, thrash e gotiche, in un disco particolarmente acclamato da pubblico e critica.
Il 2010 è invece la volta di “Aealo“, disco in cui l’epicità è spinta al massimo, concept album che tratta dei pensieri di un oplita greco in battaglia che ha a che fare con la sua sete di sangue e gloria. Nonostante non sia considerato valido quanto il precedente “Theogonia“, anche “Aealo” ha ottenuto un buon successo e confermava lo stato di grazia della band.
Sempre sul filone di “Theogonia” è da considerare “Κata Τon Daimona Εaytoy“, uscito nel 2013 e caratterizzato da atmosfere particolarmente lugubri e cupe, un altro concept album che stavolta tratta del tema della morte attraverso varie mitologie, da quelle centro-americane a quelle est-europee, passando per quelle africane e vicino-orientali.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.