Nanowar Of Steel: il nuovo video “The Call Of Cthulhu”

The Call Of Cthulhu” è il nuovo video dei Nanowar Of Steel disponibile online. Il brano farà parte del prossimo album della band italiana, atteso per Novembre e prodotto da Alessandro Del Vecchio presso gli IvoryTears Music Works. La produzione é stata curata da The Jack Stupid, team lavorativo recentemente pluri-premiato a livello internazionale. Citazioni ed “easter eggs” si rincorrono per tutta la durata del video; una statuetta che emana cattivo odore, un “colore mai visto”, la punizione del Grande Antico…

Guarda qui il video di “The Call Of Cthulhu

Di aeguito il commento della band:

“”The Call of Cthulhu” è la business adventure del famoso mostro dei mari, che partendo da uno scantinato umido con poco più di un telefono a disposizione costruirà un impero di call center multinazionali. Quando ti chiama Cthulhu le cose sono due: o compri o muori. Buy or Die“.

In attesa di dettagli sulla nuova release la band si prepara per l’imminente esibizione del 6 Luglio al RockHarz Festival di Ballenstedt, in Germania, con Hammerfall, Amorphis, Paradise Lost e molti altri.

Istrionici poliedrici, i Nanowar of Steel nascondono nel furgone “le musicassette di Battiato e Frank Zappa“, tra le principali fonti di ispirazione di una band che gioca con l’ironia ed i suoi livelli di intelligibilità. I Nanowar of Steel sono un gruppo heavy metal demenziale italiano formatosi agli inizi del 2003. Propongono brani caratterizzati da testi demenziali e da un suono che riprende riccamente il power metal e l’heavy metal anni ottanta e ripropongono brani già noti del genere heavy metal, modificandone i testi per trasformarli in parodia. Analogamente parodistici sono il look e l’atteggiamento del gruppo; il nome stesso Nanowar è una distorsione di Manowar.
Reduci da un bienno intenso, che li ha portati ad esibirsi in Italia ed all’estero con artisti internazionali come Gamma Ray, Mago De Oz, Exodus, Therion, i Nanowar sono anche gli autori dell’inno di “Feudalesimo e Libertà“, autentico fenomeno social degli ultimi anni, che assieme a “Jenus – Don Alemanno“, appare anche sul fumetto ed in molte esibizioni dal vivo. Tutti gli album e le canzoni della band sono pubblicate sotto Licenza Creative Commons 2.0 BY-NC-SA, che permette il libero utilizzo del materiale per scopi non commerciali.
I Nanowar Of Steel sono: Potowotominimak (voce), Mr. Baffo (voce), Mohammed Abdul (chitarra), Gatto Panceri 666 (basso) e Uinona Raider (batteria).

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.