Black Stone Cherry - The Human Condition - Album CoverNews 

Black Stone Cherry: il nuovo album “The Human Condition” in uscita il 30 Ottobre 2020

The Human Condition” è il titolo del nuovo album dei Black Stone Cherry in uscita il prossimo 30 ottobre. Con più di 200 milioni di stream solo su Spotify e 900k di active monthly listeners, i southern rockers del Kentucky si sono ricavati un pubblico Italiano di tutto rispetto e sempre numerosi alle loro date italiane, non ultimo il successo del Rock The Castle.

Questa sarà la tracklist di “The Human Condition”:

1.Ringin’ In My Head
2.Again
3.Push Down & Turn
4.When Angels Learn To Fly
5.Live This Way
6.In Love With The Pain
7.The Chain
8.Ride
9.If My Heart Had Wings
10.Don’t Bring Me Down
11.Some Stories
12.The Devil In Your Eyes
13.Keep On Keepin’ On

I Black Stone Cherry (spesso abbreviati in BSC) sono un gruppo rock statunitense formatosi nel giugno del 2001 a Edmonton nel Kentucky (USA). John Fred spiegò che “Quando vivi in un’area dove non c’è competizione nel suonare lo stesso tipo di musica, tu puoi creare il tuo stile personale”. È per questo che il loro stile è molto vario. La band si formò ufficialmente il 4 giugno del 2001, iniziando a suonare nella sala prove che usavano gli stessi Kentucky Headhunters. Con l’espansione della loro popolarità decisero di registrare le loro canzoni. Al termine della registrazione fecero un concerto nella palestra della scuola dove li attendevano 1500 persone. Non appena l’album uscì il preside della scuola li invitò di nuovo a suonare per celebrare l’evento, dove furono accolti trionfalmente. La musica dei Black Stone Cherry è spesso paragonata a quella dei Lynyrd Skynyrd e dei Black Crowes, con influenze dei Led Zeppelin. Alcune canzoni dal sound più heavy ricordano i Soundgarden e gli AC/DC, ma anche i Metallica degli anni ’90, con riff di chitarra simili a quelli dei Guns N’ Roses ed in altre canzoni ai ZZ Top. Benché le loro influenze si facciano sentire sono riusciti comunque a sviluppare un loro personalissimo stile, molto potente e diretto. Le loro canzoni sono spesso supportate da ottimi testi con contenuti di qualità. Ad esempio, “Lonely Train” tratta di quello che succede ad una famiglia quando un componente va in guerra. “Rain Wizard“, invece, narra di un misterioso saggio che secondo una leggenda locale aveva fatto piovere in un periodo di siccità.
La loro etichetta discografica è la Roadrunner Records.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.