Ted Nugent - The Music Made Me Do It - Album CoverNews 

Ted Nugent: il nuovo album “The Music Made Me Do It” il 9 Novembre 2018

The Music Made Me Do It” è il titolo del nuovo album che il chitarrista Ted Nugent pubblicherà il prossimo 9 novembre. La release comprenderà oltre al CD standard anche un DVD contenente la registrazione di un concerto tenutosi a Freedom Hill nel Michigan, durante il suo tour estivo. Un’anteprima dal full length, il video ufficiale della title track, è ora disponibile in streaming. Il video è stato diretto da Darren Mann.

Guarda qui il video di “The Music Made Me Do It

Questa è la tracklist di “The Music Made Me Do It”:

CD track:

01. The Music Made Me Do It
02. Where Ya Gonna Run To Get Away From Yourself
03. Cocked, Locked & Ready To Rock
04. Bigfundirtygroovenoize
05. I Love Ya Too Much Baby
06. Backstrap Fever
07. I Just Wanna Go Huntin’
08. Fred Bear
09. Sunrize
10. Sunrize Fender (Fender Bass VI Solo)

DVD track:

Live At Freedom Hill, Sterling Heights MI

(Feedback intro, affectionately named “Light My Campfire”)
01. Star Spangled Banner
02. Baby Please Don’t Go
03. Free-For-All
04. Gonzo
05. Paralyzed
06. Wang Dang Sweet Poon Tang
07. Good Friends
(Blues Jam, affectionately named “Blues On The Grill”)
08. I Need You Bad
09. Hey Baby
10. I Still Believe
11. Fred Bear
12. Motor City Madhouse
13. Cat Scratch Fever
14. Stranglehold
15. Don’t Tread On Me
16. Great White Buffalo

La carriera di Ted Nugent ebbe inizio nel 1965, quando fondò i The Amboy Dukes, gruppo di Chicago con cui ottenne un moderato successo, in particolare con l’album “Journey to the Center of the Mind” (1968), fino alla prima metà degli anni ’70. Fu dalla metà della decade che il chitarrista avviò il proprio progetto solista col quale diverrà più noto. Durante i primi anni ’90 Nugent prese parte a un supergruppo chiamato Damn Yankees, formato con Tommy Shaw, ex chitarrista degli Styx e Jack Blades, ex bassista dei Night Ranger. Durante la sua lunga carriera, Nugent è stato oggetto di polemiche e critiche per le nette posizioni politiche dimostrate: è apertamente di destra e schierato con il Partito Repubblicano, ha appoggiato la liberalizzazione delle armi, la caccia agli animali, sostenendo posizioni contrarie all’uso delle droghe e dell’alcol. Nel corso della sua carriera è stato soprannominato: “The Motor City Madman“, “The Nuge“, “Uncle Ted“, “Terrible Ted“, “Sweaty Teddy“, “Deadly Tedly“, “Great Gonzos” e “Theodocious Atrocious“.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.