Alice In ChainsNews 

Alice In Chains: il video del nuovo singolo “The One You Know”

The One You Know” è il video del nuovo singolo degli Alice in Chains disponibile online. Il successore di “The Devil Put Dinosaurs Here” del 2013 di cui non si conosce ancora il titolo e da dove è tratto questo brano, è stato registrato da Nick Raskulinecz presso gli Henson Studios di Los Angeles e mixato da Joe Barresi (Tool, Queens Of The Stone Age) e dovrebbe uscire entro l’anno.

Guarda qui il video di “The One You Know

Di seguito le parole del chitarrista Jerry Cantrell:

“Non è un segreto il fatto di non svelare nulla se non abbiamo niente da dire (l’intervista più recente rilasciata da Cantrell risale ad agosto 2017, ndr). E stavolta abbiamo tanto da dire. E’ un album con le palle. Si tratta di un disco “nuovo”, qualcosa che non avevamo mai fatto in passato; questo lo posso dire con certezza. Al tempo stesso è un disco che ha tutti gli elementi del nostro sound e quindi tutto ciò che i fan si aspettano di ascoltare. Per questo noi siamo veramente orgogliosi del materiale che abbiamo scritto e delle performance che siamo riusciti a catturare e a convogliare in questo full length. Ci sono cose veramente potenti, altre brutte, sporche e cattive, altre cose veramente belle, altre ancora strambe e completamente flippate… è perfetto!”.

Gli Alice in Chains sono un gruppo grunge/alternative metal statunitense, formatosi a Seattle nel 1987. Insieme a Nirvana, Pearl Jam e Soundgarden, sono una delle band di maggior successo dalla scena grunge (Seattle Sound) americana. Tuttavia la musica degli Alice in Chains è ispirata più all’heavy metal che al punk rock o al rock psichedelico; ciò che li accomuna al movimento grunge sono le loro origini, Seattle, e i temi introspettivi (e spesso delicati) dei loro testi. Hanno avuto un’influenza determinante su band successive, quali Deftones, Godsmack, Staind, Drowning Pool, Queens of the Stone Age, Taproot, Seether e Adema. Il cantante Layne Staley, (1967-2002) dopo lo scioglimento nel 1986 della sua band chiamata Sleeze, forma gli Alice N’ Chainz, gruppo heavy metal dall’immagine tipicamente hair metal che suonava pezzi di W.A.S.P. e Armored Saint nei locali di Seattle. Staley la definì, ironicamente, una band di travestiti che suonava speed metal. Durante una serata al Music Bank Rehearsal Studios, Staley incontrò il chitarrista Jerry Cantrell e gli propose di unirsi ad un gruppo funk da lui appena formato. Il chitarrista avrebbe accettato a patto che Staley, a sua volta, entrasse nel suo gruppo, i Diamond Lie, nel quale militavano anche il batterista Sean Kinney ed il bassista Mike Starr.
Nel 1987 il gruppo funk di Staley si sciolse, permettendogli così di entrare nella band di Cantrell a tempo pieno. La nuova formazione cominciò ad esibirsi in vari locali, riprendendo prima il nome della precedente band di Staley, Alice N’ Chainz cambiando però la “z” con la “s”, e trasformandolo poi nel definitivo Alice in Chains. Il gruppo firmò un contratto con la Columbia Records nel 1989 e nel luglio del 1990 uscì il loro EP “We Die Young“. Nel 1990 venne realizzato il primo LP, “Facelift“, da cui venne estratto il singolo di successo “Man in the Box“, il cui video fu trasmesso da MTV.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.