Live Report Locali 

The Raff + A&B’s Hurricane + HI-GH @ Closer – 11 01 2014

Sarebbe stato bello poter iniziare il report dicendo: sabato 11 gennaio 1983, dopo un pomeriggio passato a giocare con il mio Commodore 16 e a strimpellare la chitarra… si son fatte le 20:00 e via di corsa al Closer, in sella al mio SI per andare a vedere tre band meravigliosamente 80’s. Invece siamo nel 2014 e io mi son perso un decennio di grande musica e band storiche in un periodo in cui ero troppo piccolo per poterle seguire.
Fortunatamente molte band dell’epoca continuano a fare scuola e dimostrano che gli anni passano, ma non per loro; è il caso dei The Raff, storica band romana con una carriera trentennale alle spalle, accompagnati in questo nostalgico show dagli Hurricane, dove continua l’avventura di Angus e Bomber, iniziata nel lontano ’84 e ripresa negli anni, sempre alla ricerca di nuove esperienze musicali “esplosive”, e dagli HI-GH, giovanissime e promettenti leve alle prese con uno speed metal duro e puro.

I presupposti per una super serata di puro metal anni ’80 ci sono tutti: musica diretta e potente, senza fronzoli, birra a fiumi, “metal kids” e metallari della vecchia guardia, ottima organizzazione e Rome By Wild in prima fila a supportare vecchie e nuove leve!

L’inaugurazione della serata spetta ai giovanissimi HI-GH, una sorprendente scoperta. Ci propongono uno Speed Metal pre-Racer X o Cacophony, quindi scordatevi iper assoli alla Jason Becker o alla Paul Gilbert, piuttosto si tratta di solo incisivi, mai banali, sapientemente integrati alle ritmiche taglienti e alla ottima sezione basso batteria. Per farvi capire meglio, il ricordo va a band che si rifanno al metal dei primi anni ’80 quali i R.A.M o gli Enforser e mi hanno ricordato, per diverse ritmiche, i Grim Reaper. Nonostante la loro giovane età hanno grinta da vendere ed una presenza scenica spettacolare che non ha nulla da invidiare a band più navigate!
Purtroppo questa band ha sbagliato epoca (e anche Paese): se fossero usciti fuori tra gli anni ’70-’80, ora magari sarebbero stati una band miliare del genere.

Un veloce cambio palco e salgono i veterani Angus e Bomber che, assieme al giovane batterista El Tito, portano sul palco uno show chiaramente ispirato allo stile e al sound dei Motorhead, grezzo e senza pretese. L’opener dell’esibizione è “Whisky & Pain”, e subito si capisce che la band ha intenzione di picchiare duro sul palco, intento che verrà mantenuto fino alla conclusiva “Heavy Metal Forces”, originariamente scritta dai Fingernails, (altro gruppo storico romano anni ’80), di cui gli stessi Angus e Bomber fecero parte.

Alcuni potrebbero obiettare che i brani si assomigliavano un po’ tutti, ma l’originalità non è mai stata una caratteristica del genere, e molte band hanno costruito un’intera carriera sugli stessi accordi, è il caso degli AC/DC o degli stessi Motorhead.

Ultimo cambio palco ed è la volta dei The Raff, band ormai sulle scene dal lontano 1979, capitanata dai fratelli Bianco: rispettivamente Chris Bianco, basso e voce, e Fabiano “Master” Bianco alla batteria, accompagnati dall’ottimo chitarrista Tony Arcuri. Anche per loro brani schietti e diretti, in grado di riportarci ai magici ’80’s. Infiammano il Closer suonando grandi classici del loro repertorio, come “Rockers”, ”All For One”, ”Gate Of Fortune”, e ci regalano anche un inedito che presumibilmente troveremo nel nuovo album di prossima uscita, visto che da indiscrezioni della band è fatto e finito.
Grande è anche il coinvolgimento del pubblico: vecchi e nuovi fans accolgono il gruppo con calore e trasporto!

Serate come queste dovrebbero essere organizzate più spesso, per permettere di rivivere un periodo ormai andato sia ai nostalgici che a coloro che non hanno avuto la fortuna di viverlo.
Ringraziamo gli organizzatori, le band, il pubblico, nonché il Closer e le bellissime ragazze presenti che rendono questi concerti sempre più piacevoli… e Rome by Wild, che non mancherà mai a serate di qualità come questa.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.