Steven Wilson - To The Bone - Album CoverNews 

Steven Wilson: il nuovo album “To The Bone” in uscita il 18 Agosto 2017

To The Bone” è il titolo del nuovo e quinto album di Steven Wilson in uscita il 18 agosto su Caroline International, distribuzione Universal. “To The Bone” è un album pop modernista gloriosamente dinamico, come immaginato dal più grande artista underground inglese. Fondendo rock futurista, elettronica spettrale e chitarre vorticose, “To The Bone” è l’omaggio di Steven Wilson agli album progressive pop più importanti della sua giovinezza (pensate a “So” di Peter Gabriel, “Colour of Spring” dei Talk Talk, “Seeds of Love” dei Tears for Fears). Il brano “Pariah” è disponibile online. I testi delle undici tracce dell’album virano dal caos paranoico dell’era della post-verità alle acute e severe osservazioni sulla vita quotidiana dei fondamentalisti religiosi, con una bella dose di fuga dalla realtà ad occhi aperti. Sonicamente e melodicamente stupefacente, “To The Bone” è un’istantanea in alta definizione dei tempi sconcertanti in cui viviamo. “To The Bone” è il primo album di Steven Wilson dopo il signing con Caroline International (Iggy Pop, Underworld, Thurston Moore, Glass Animals). Fondatore e pilastro della rock band Porcupine Tree, Steven ha pubblicato il suo primo album solista, “Insurgentes“, nel 2008. Steve Wilson stato risolutamente indipendente per tre decadi di carriera, il che l’ha reso l’artista britannico di maggior successo di cui abbiate mai sentito parlare.

Ascolta qui il brano “Pariah

Ricordiamo che Steve Wilson sarà in Italia per due date il 09 e 10 febbraio 2018 rispettivamente al Teatro Degli Arcimboldi (MI) e all’Atlantico Live (RM).

Come molti artisti del settore, Steven Wilson fa parte di altri side-project. Ha all’attivo i progetti Blackfield, insieme al cantautore israeliano Aviv Geffen, Bass Communion, I.E.M., No-Man e Storm Corrosion, quest’ultimo con Mikael Åkerfeldt degli Opeth. In ambito solista, il suo primo vero lavoro originale è “Insurgentes“, registrato tra gennaio e agosto 2008, messo in vendita in edizione limitata a novembre 2008 e che apparso nei negozi in versione standard a marzo 2009. Il disco, che artisticamente non si sposta molto dalle coordinate stilistiche tracciate dai Porcupine Tree, vede la partecipazione di alcuni acclamati musicisti in ambito progressive, tra cui Gavin Harrison (già membro dei Porcupine Tree) alla batteria, Tony Levin al basso e Jordan Rudess alle tastiere. A “Insurgents” sono seguiti “Grace for Drowning“, “The Raven That Refused to Sing (And Other Stories)” e “Hand“. Tra produzione e missaggio, invece, Wilson ha lavorato su alcuni album degli Opeth. Ha anche collaborato all’arrangiamento o suonato in vari album, tra cui “The Never Ending Way of ORWarriOr” degli Orphaned Land, “We’re Here Because We’re Here e Weather Systems” degli Anathema e nell’album “Immersion” dei Pendulum.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.