Tom HuntingNews 

Exodus: il batterista Tom Hunting ringrazia i fan

Tom Hunting, batterista degli Exodus, a pochi giorni dal lancio della campagna di crowdfunding per dare supporto economico mentre affronta le cure per il cancro allo stomaco, sono già stati raccolti quasi 80.000 dollari. Il musicista americano ha ringraziato i fan e chiunque abbia dato il proprio supporto.

Di seguito le parole di Tom Hunting:

“Voglio ringraziare tutti. Sono estremamente grato ed emozionato per le donazioni, per l’amore e il supporto che mi state dando. Sto bene. Ho fatto un trattamento un paio di settimane fa e Mercoledì andrò in ospedale per farne un altro. Fin qui tutto bene. Siamo all’inizio della lotta ma mi sento come se lo schiaccerò come un insetto. Comunque, grazie ancora a tutti. Vi voglio bene ragazzi. E ci vediamo presto!”.

La campagna di raccolta fondi è ancora aperta a questo indirizzo -> link

Tom Hunting ha suonato con gli Exodus dal 1980 (anno di fondazione del gruppo) fino al 1989, anno della sua prima dipartita. Nei primi anni novanta suona con gli Angel Witch. Nel 1996 si riuniscono gli Exodus con la formazione di “Bonded by Blood” (eccetto il bassista Jack Gibson), e ovviamente Tom rientra al suo posto dietro le pelli. Suonerà con loro fino al 2005, dopo aver registrato “Tempo of the Damned” l’anno precedente. Nel biennio 2005-2006 il suo posto è stato preso da Paul Bostaph (ex-Slayer e Testament), ma solo per registrare un disco (“Shovel Headed Kill Machine“) e farne il relativo tour; infatti nel 2007 gli Exodus annunciano che Bostaph esce dal gruppo per far ritornare appunto Tom Hunting. Il 13 aprile 2021 ha annunciato di essere affetto da carcinoma cutaneo spinocellulare e di aver iniziato le cure quel giorno.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.