Cannibal Corpse - Violence Unimagined - Album CoverNews 

Cannibal Corpse: il nuovo album “Violence Unimagined” uscirà il 16 Aprile 2021

Violence Unimagined” è il titolo del nuovo album che i Cannibal Corpse pubblicheranno il prossimo 16 aprile tramite Metal Blade Records. La band americana ha inoltre annunciato che il produttore Erik Rutan (Hate Eternal, ex-Morbid Angel) è ufficialmente il nuovo chitarrista. Rutan aveva preso il posto come turnista di Pat O’Brien dopo l’arresto nel dicembre 2018. Il bassista

Di seguito il commento del bassista Alex Webster:

“Il disco segue il percorso che abbiamo intrapreso da diversi anni a questa parte. Ognuno di noi cerca di comporre il pezzo più pesante e unico possibile. Vogliamo che ogni brano abbia una sua precisa identità. Credo che la differenza maggiore su questo disco sia l’ingresso di Erik come chitarrista. Ha scritto tre pezzi interi e il suo stile aggiunge qualcosa di nuovo che si integra molto bene nello stile del gruppo.
Su questo album ci spinti un po’ più in là dal punto di vista tecnico, con Paul (Mazurkiewicz – batterista) che probabilmente ha fatto il salto maggiore. Questo disco dal punto di vista delle parti di batteria è probabilmente il più intenso da noi pubblicato e questo probabilmente è dovuto anche all’arrivo di Erik. Il suo songwriting spesso comporta un drumming molto tecnico”.

Questa è la tracklist di “Violence Unimagine”:

01. Murderous Rampage
02. Necrogenic Resurrection
03. Inhumane Harvest
04. Comdenation Contagion
05. Surround, Kill, Devour
06. Ritual Annihilation
07. Follow the Blood
08. Bound and Burned
09. Slowly Sawn
10. Overtorture
11. Cerements of the Flayed

I Cannibal Corpse hanno finora venduto oltre 2 milioni di dischi in tutto il mondo. Benché i Cannibal Corpse non siano mai apparsi in televisione o in radio, possono vantare una fitta schiera di fan dovuta ad album di enorme diffusione quali “Butchered at Birth” del 1991, “Tomb of the Mutilated” del 1992, “Vile” del 1996 e “Live Cannibalism” del 2000. I Cannibal Corpse traggono ispirazione principalmente dal thrash metal degli Slayer e dei Kreator, oltre che dal death metal dei Death. Il gruppo viene spesso identificato per i testi horror e truculenti. Alcuni segni distintivi dei Cannibal Corpse sono l’uso del growl. Come per altre band death metal le cui canzoni trattano di stupri, uccisioni e necrofilia, i testi della band e le immagini sulle copertine degli album (disegnate da Vincent Locke) sono spesso a tema esplicitamente sessuale e violento. Gli album della band sono stati censurati o banditi in alcune nazioni: in Germania non gli è stato permesso di suonare dal vivo alcuna canzone proveniente dai primi tre album, mentre nello Stato della Baviera non gli è proprio permesso di suonare né di pubblicare le copertine originali dei loro album, e nemmeno di stampare i testi nei booklet. Furono banditi anche in Australia dove però nel 2006 riuscirono ad andare in tour.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.